Copie telematiche fra PCT e CAD, come barcamenarsi fra HASH, impronte e altre follie?

Copie telematiche fra PCT e CAD, come barcamenarsi fra HASH, impronte e altre follie?

Con l’entrata in vigore lo scorso 11 febbraio 2015 del D.P.C.M. 13/11/2014 che introduce norme tecnica attuative del Codice dell’Amministrazione Digitale particolarmente stringenti in materie di copie telematiche in molti si sono posti il problemma dell’estensione delle nuove norme al Processo Civile Telematico.
Quali sono i rapporti fra PCT e CAD? La questione è complessa, perché da un lato come osservato dal Consiglio Nazionale Forense in una nota del 30 gennaio 2015l’impianto normativo che regola il processo telematico, non solo civile, è stato emanato in attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale […] e ne mutua numerosi concetti di base“; dall’altro lato almeno una parte delle norme che regolano il PCT sembrano caratterizzate da un elemento di «specialità» ostativo a che tutte le novità (specialmente tecniche) via via introdotte nel CAD si applichino immediatamente e direttamente al PCT.

Per un approfondimento della questione mi limito a rimandare ad un ottimo articolo di Claudio De Stasio con abbondanti richiami.

Mi limiterò solo ad osservare che il Processo Civile Telematico sta diventando sempre di più una mostruosità bizantina, caratterizzata da formalismi para-sacramentali che ricordano le epoche più remote del diritto. E su questo, dopo lunga meditazione, mi riservo di ritornare più in dettaglio.

Dal punto di vista pratico consiglio a tutti i Colleghi di avvalersi per la redazione della relata di notificazione tramite PEC di due Apps che mi sembrano ben fatte e che sono entrambe gratuite

La prima è dei colleghi di dirittopratico.it ed è molto semplice e veloce. Segnalo che sullo stesso sito sono disponibile ulteriori risorse che possono essere utili nel lavoro quotidiano.

La seconda applicazione è stata predisposta dalla Fondazione Italiana per l’Innovazione Forense, mi sembra ugualmente buona anche se forse la pagine è un po’ troppo fitta di contenuti.

 

Copie telematiche fra PCT e CAD, come barcamenarsi fra HASH, impronte e altre follie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.